web cambioPERCHE' VELODERM
 
Che cosa ostacola la guarigione? - Gli svantaggi del trattamento convenzionale
I cambi di medicazione possono essere dolorosi e traumatici; la rimozione delle garze tradizionali causano dolore, trauma e danneggiano il tessuto di granulazione, aumentando dolore e disagi per il paziente, uso di analgesici, costi e periodi di degenza ospedaliera.
 
“L’obiettivo è migliorare la qualità assistenziale per il paziente, agevolare i risultati di guarigione, ridurre i disagi e prestare attenzione alla prevenzione del dolore anche durante le manovre della medicazione.”
 
 
 
 
CANNE SITOCHE COSA E' VELODERM
 
Veloderm è una biomembrana che agisce come sostituto della pelle in caso di perdita di strati superficiali dell’epidermide, abrasioni, ustioni e siti donatori.
E’ una valida alternativa alle medicazioni convenzionali. Veloderm è una biomembrana, in Crystalcell 77™, uno speciale tipo di cellulosa cristallina brevettata, ottenuta tramite biofermentazione da canna da zucchero.
Crea il microambiente ideale per la riepitelizzazione e la guarigione.
 
 
 
 
 
 
COME FUNZIONA

> E’ una pellicola biologica con struttura polimerica costituita da microfibrille di cellulosa (definita Crystalcell 77™), ottenuta attraverso un processo biotecnologico originale e brevettato, caratterizzata da un alto grado di cristallinità e un basso grado di polimerizzazione.
 
> L’applicazione di Veloderm viene effettuata per proteggere e favorire il naturale processo di riepitelizzazione dell’epidermide.
 
> Medicazione sterile in pellicola di cellulosa cristallina, ritagliabile con strumenti sterili ed adattabile alle dimensioni della ferita, completamente trasparente dopo reidratazione con soluzione fisiologica, dotata di “permeabilità selettiva” che permette il passaggio del vapore acqueo e dei gas, mentre impedisce a liquidi e batteri di raggiungere la lesione.
 
> La pellicola possiede un’eccellente capacità di adesione alla parte lesa e l’occlusione che si genera protegge la ferita dall’esterno impedendo la contaminazione, diminuendo il dolore e creando un micro-ambiente ideale per la granulazione e la riepitelizzazione.
 
> La composizione cristallina inerte la rende una medicazione in grado di supportare differenti principi, ad esempio antisettici o favorenti la granulazione, quali il collagene.
 
> Inoltre può indurre una corretta crescita dei fibroblasti, ed è pertanto ideale per una adeguata e rapida cicatrizzazione di ferite in cui il derma è compromesso.
 
> La pellicola è totalmente anallergica ed atossica, si stacca autonomamente a riepitelizzazione avvenuta.
 
> Un’unica applicazione è in genere sufficiente per il raggiungimento della guarigione, senza necessità di medicazione secondaria salvo in zone a rischio di traumi meccanici.